Yes, darling. Life sucks

Momenti di disperato ottimismo

Bene bene, bambini miei, vi avviso che la mamma da lunedì prossimo sarà nervosetta, in quanto si inaugura un periodo di dieta che terminerà non prima del 24 dicembre 2009, quando, in occasione delle feste natalizie, mammina vostra vanificherà quattro mesi di sforzi si concederà una piccola tregua a base di pandoro e cotechino (insieme, inzuppati nel lardo di colonnata e spalmati di nutella), per poi ricominciare con il regime ipocalorico dal 6 gennaio 2010. Ora, tesorini adorati, direte voi: ma sei pazza? l'estate è appena finita, non potevi pensarci prima? Ebbene diletti pargoli, siete così ingenuotti che dubito possiate essere figli miei - ecco cosa risponderei io alla vostra tenera obiezione: non è che io sia in ritardo con la dieta, anzi, sono in anticipo. La dieta che comincerò lunedì è intesa per la prova bikini dell'estate 2o1o, ché siamo previdenti qui, ed è frutto di un complicatissimo calcolo

-5 Kg fino a dicembre, +3 Kg durante le vacanze di natale, +2 Kg nel post epifania grazie alle tremila calze della Befana regalatemi da mia nonna sosia-di-Gianni-Morandi che durano fino a metà febbraio, -3 Kg tra tonsillite marzolina, asma allergica e stress post traumatico dovuto alla lunga permanenza in famiglia, +3 Kg, dovuti all'ottimistico vabè tanto ho perso tre chili, non manderò mica tutto in vacca solo per un altro spritz!

che, come potrete facilmente constatare, mi porterà a giugno prossimo, con mio sommo disappunto, ad essere esattamente indentica ad ora solo molto molto più esaurita di così, ma almeno mi eviterà di mettere su peso. E quindi. La dieta che seguirò si basa su un moderatissimo decalogo:

1. i carboidrati e la frittura sono il Male;
2. carne, pesce e verdure sono il Bene assoluto e fanno sentire subito più leggeri te e il tuo portafogli;
3. bere due litri d'acqua (ricordarsi: acqua, non vodka liscia) al giorno è indispensabile;
4. la dieta è dolore, diffidare da chi promette soluzioni miracolose e immediate;
5. non dimenticare l'attività fisica. Spostare il cartone della pizza dalle ginocchia, alzarsi dal divano e andare a prendersi una birra in frigo non è uno sport (sennò sarei campionessa olimpica), così come andare a correre non significa andare ai Giardini Margherita, seguire per 100 metri il figo di turno che si allena, poi stravaccarsi su una panchina in preda a un enfisema e fumarsi due Camel di seguito con l'amichetta;
6. quelli che dicono che bisogna mangiare poco di tutto vanno abbattuti a suon di carote crude in testa perché non sanno cosa vuol dire avere un metabolismo letargico insieme a quelli (amico K. parlo con te) che si disperano perché non riescono ad ingrassare;
7. anche se su Cosmopolitan dicono che col sesso si bruciano un bel po' di calorie, e anche se hai un uomo particolarmente resistente, non c'è notte di passione che tenga se ceni ogni sera a base di salama da sugo e gnocco fritto. E poi, se c'hai uno straccio d'uomo, ed è pure resistente, ma che te frega di metterti a dieta, ormai l'allocco l'hai impalmato;
8. usa tutte le energie mentali di cui disponi per convincerti che la crema di riso muller (per chi sa di che parlo: ma quanti uomini ci vogliono per farne un vasetto?) è un sublime dessert;
9. in caso non ci sia alcuna perdita di peso, vai pure nei camerini di H&M ed illuditi del contrario;
10. la cioccolata non fa ingrassare un paio di palle.

E con questo è tutto. Se qualcuno con poco fiato e molta forza d'animo da settembre si dovesse trovare a Bologna e avesse voglia di andare a correre tre volte alla settimana, non ha che da dirmelo. Una Camel non si nega a nessuno.

48 commenti:

lo zio Giorgio ha detto...

Ah! Ah! Me la rido già.
(scusa...)

Scritto in Grassetto ha detto...

Ti piacciono gli Smith diMorrissey e Johnny Marr?

acrimonia ha detto...

Visto che "some girls are bigger than others" e pure "some girls' mothers are bigger than other girls' mothers", io me la liquido come un fatto di genetica, e che tanto più di quel tot non riuscirò mai a perdere.
Fantastico il tuo piano-fisarmonica di perdita e ripresa di kg! :D
Un'ovazione per il punto 6, e quanto al punto 8... io a quella robbba lì non mi sono mai avvicinata perché mi faceva già senso solo al pensiero, ma ora che dalla tua descrizione ho capito pure com'è fatta... mbeh, io vado avanti col tiramisù!
Io, quella coi miei chili di troppo, è l'unica battaglia alla quale mi presento già dall'inizio sventolando il fazzolettino bianco.
Non ce la posso fare, perché a me lo gnocco fritto, la salama da sugo, i turtlèin, il gorgonzola, il tiramisù, tutti gli insaccati possibili (valgono come "carne" che fa tanto bene no?), il pesce fritto, la pizza (ai 4 formaggi, magari), le lasagne, le torte salate, i kinder pinguì, il gelato, il cioccolato fondente e ora mi fermo o vado avanti fino a stasera... ammè mi piacciono troppo per rinunciarci.
Non fosse che Bologna è un pochettino fuori mano per me, e che ho una caviglia che da tre mesi mi rompe appena salgo le scale, qualche bella corsetta quest'autunno-inverno non mi dispiacerebbe mica... però non mi dispiacerebbe neanche guardarmi un film sul divano con una tazza di ciobar :D

Letizia ha detto...

D'accordo su tutto tranne che sulla cioccolata. E' l'unica cosa che fa si che il mio incondizionato odio verso l'umanità intiera non si trasformi in sociopatia

*Vale ha detto...

ciao...
anch'io ho deciso di seguire un regime...
devo contraddirti sulla carne, pochè troppi alimenti di origine animale (vedi anche i latticini) comportano l'aumento del colesterolo e trigliceridi...per cui addio salama...mortadella e tutti i parenti...

per me l'obiettivo sono 4 kg.
Vedremo.

Baci

Amaracchia ha detto...

Sei sempre più crudele, mia tenera faccia d'angelo! Parlare di dieta adesso è peggio che sentir le allusioni a bicicletta e nuoto per l'intero mese di agosto ;)

Cmq, ho stampato il tuo decalogo e lo affiancherò al libro assassino della dieta metodo Scarsdale, comprato nel 1978 dai miei genitori per il matrimonio. Funzionava, ma dopo 1 mese perdevi leggermente il senno.

Ti ringrazio per l'immagine sulla crema di Riso Muller, è qui scolpita nella mia testa e mai andrà via, e un consiglio per il punto 9: scegliere sempre specchi inclinati, fanno stacco di coscia e fianchi stretti :D

Amaracchia ha detto...

Ah dimenticavo, per la questione del jogging, io sono perfetta: ho poco fiato, anzi non ne ho proprio, e forza d'animo e nessun senso della misura. Ci incontriamo al casello di Pescara?

ossimorosa ha detto...

Le diete sono inutili (a meno che tu non sia un magnaschifezze ammeregano).
La vita va goduta, sempre e in ogni senso. Ergo, largo alla pizza ai carboidrati.

SunOfYork ha detto...

@lo zio giorgio: e io che ti avevo dato il mio supporto quando avevi deciso di smettere di fumare!

@SIG: se mi piacciono? diciamo che sono una delle mie ossessioni :)

@acrimonia: allora vada per la serata sul divano se ti trovi a passare :) quanto al resto, capisco il tuo discorso...però nel mio caso, il dramma è che non sono nemmeno una persona con un particolare gusto per il cibo. non sono un'intenditrice, non eccedo nelle dosi -chi mi conosce può testimoniare- non amo i cibi pesanti (quindi via la cucina emiliana), non mangio latticini perché sono intollerante nè fritture perché odio friggere. per me alimentarmi equivale sostanzialmente a nutrirmi, nè più nè meno. avessi almeno la soddisfazione di una che si concede sgarri su sgarri, ma no...oltre al danno la beffa :)

@letizia: ah, per me a quella (essenziale, per altro) funzione, è preposto l'alcol :)

@vale: escludo già i latticini inquanto intollerante, insaccati non ne mangio perché non li amo molto, intendevo la semplice fettina alla piastra :)
per me sono 5, ma vedremo...

@amaracchia: la teoria dello specchio inclinato regge! dev'essere per quello che tutte le mie amiche su fb si fanno foto dall'altro!
ma...a proposito...quand'è che ci vediamo con porzione per una...ehm...ehm...pizza? :-P
(parto il 4)
P.S.benissimo, allora possiamo organizzare una gara di triathlon (nuoto, bici e corsa) sul lungomare di molfetta!! :-P

sun

SunOfYork ha detto...

@ossimorosa: hai ragione ossimorosa, è che me la sono goduta un po' troppo ultimamente :-)

sun

tytania ha detto...

ah, meno male che non sono la sola. dopo una CERTA ETA' non posso che rassegnarmi e cercare di non prendere peso. faccio esattamente come dici tu: sto a dieta mesi e poi a natale o pasqua o durante le vacanze estive recupero, così rimango più o meno sempre uguale! per esempio, prima di partire ero un figurino (diciamo che ho fatto la fame per tre mesetti per raggiungere il risultato) e adesso sono esattamente come tre mesi fa. ma vuoi rinunciare alla full english breakfast? o ai brownies di tutti i tipi per accompagnare il tè del pomeriggio? tanto appena torno mi metto a dieta, e se a volte proprio non ce la faccio sostituisco la cena con un gelato (ma mica di quelli confezionati, eh).
per quanto riguarda il punto 6: CHILI DI CAROTE!!! e carote crude in testa anche a chi ti dice, dopo che hai perso mezzo chilo in due mesi: eh, ma adesso basta! stai dimagrendo TROPPO!!!!

Anonimo ha detto...

“Ed ecco come di lì a un anno, sotto la guida di Yossel, mi ritrovai a esportare formaggi francesi verso il sempre più benestante Canada del dopoguerra. Poi, appena rientrato in patria, Yossel mi procurò anche una licenza di esportazione per la Vespa, che allora da noi andava a ruba. E insomma negli anni, sempre in società con lui, ho trattato un po’ di tutto: olio d’oliva, scampoli, rottami di ferro comprati e venduti senza averli nemmeno mai visti, DC-3 in disarmo (alcuni dei quali volano ancora a nord del Sessantesimo parallelo); e dopo che Yossel, bruciando di un soffio la Gendarmerie, si fu trasferito in Israele, persino reperti egizi trafugati dalle tombe minori della Valle dei Re. Ma ho anch’io dei principi. Non ho mai venduto armi, droga o CIBI DIETETICI.”
Il cibo light non è cibo. Sull’argomento non aggiungo altro.
Il p.to 9 è sacrosanto. La vera ricetta per la felicità è uno specchio di H&M in camera. Altera lievemente la realtà, ma l’autostima ci guadagna.

Mi accorgo, comunque, di essere controtendenza. Io d’estate dimagrisco. Sarà che mi rilasso e non ho bisogno di sfogare ansie & frustrazioni a tavola, sarà che mi muovo di più, sarà che c’è tanta buona frutta e verdura...il problema viene adesso, con il ritorno alla routine.
E io mi zavorro... :(
Marianna

Ross ha detto...

Io, le volte che mi capita di essere insoddisfatta del numerino segnato dalla bilancia, risolvo tutto semplicemente ripetendomi che in realtà non sono grassa. Sono solo densa.

ossimorosa ha detto...

Non ce la si goda MAI a sufficienza.
Mentre godi, pensa in quanti altri modi puoi aumentare la goduria.
E' una spirale infinita.
Ah, e vai di piscina!

La densità di ross mi piace assai.

divara ha detto...

dopo quattro, QUATTRO, giorni in Alto Adige sono ingrassata due chili. colpa dei canederli, del pane più buono mai ingerito e delle frittelle di mele condite con passeggiate in totale pianura e zero fatica.

per punizione a settembre mi iscriverò ad un corso cretino come quello di PILOGA (pilates+poweryoga= il peggio del peggio).

ti rivesto di baci piccola Sun.

(ah: sbattersi al concerto degli Afterhours sudando ogni caloria potrebbe essere utile!)

Laura ha detto...

Io da settembre ci provo... Non dieta, ma pilates! Tonificare tonificare tonificare!

I buoni propositi eh! ;-)

lo zio Giorgio ha detto...

francamente non ricordo...
ma io -ehm- me la ridevo pensando a te in spiaggia questaltranno che camminando come la ragassa di Ipanema sfoggi una silhouette che levatevi dal cazzo...

l'incubodeipescirossi ha detto...

Poco fiato, molta forza d'animo e una simpatia sfrenata per le camel (anche se sono Lucky strike addicted).
Il vivere a Bologna facilita la realizzazione della tua proposta.

Ti seguo da qualche tempo con discreto ossequio.

Au revoir. Erin.

Lucid dream ha detto...

Parafrasando il detto, Sun tu vieni a parlare di lardo a casa dell'insaccato!!I chili persi con gran fatica sono tornati tutti nei punti da cui li avevo scacciati e nemmeno il mio abuso di spinbike ha potuto sottrarmi alle insidie dei gelati.Seguirò il tuo consiglio e comincerò a lavorare per la prossima stagione.
P.S se cerchi ispirazione per organizzare il matrimonio con Timi , ti cosiglio di guardare su youtube "scene da un matrimonio 1", una miniera di perle pugliesi:))

SunOfYork ha detto...

@tytania: il fattore età ha un certo peso anche per me - il fatto di aver impiegato 36 ore per riprendermi dal concertone finale della notte della taranta (8 ore di ballo di fila + svariati bicchieri di vino chimico) mi ha palesato l'amara verità, e cioè che non ho più 18 anni (grazie a dio, direi anche) e che devo iniziare a mettere dei puntelli onde evitare cedimenti strutturali :)

@marianna: ti prego, dimmi chi è il genio che l'ha scritto! quanto ad h&m, il dramma è che poi ti compri delle cose che ti sembrano starti un incanto, poi vai a casa, te le provi e ti senti una mongolfiera...forse bisognerebbe rivestire tutto il mondo di quelli specchi lì perché le cose migliorino :)

@ross: vero, dev'essere una questione di peso specifico...

@ossimorosa: mamma mia ossy mi sei diventata epicurea! sarà che io ho sempre subito il fascino dell'ascetismo medievale e delle privazioni...mi servirebbe proprio una lezione su come godersi la vita da parte della ossy!

@divara: ti adoro per quel "piccola", cara la mia apparizione in mezzo alla folla dell'hana bi :)

@laura: io da settembre intendo dare una vera e propria svolta alla mia vita, il pilates però non viene contemplato, avendo già sperimentato lo yoga e avendo visto che non faceva per me (uscivo dalle lezioni incazzata nera e con la sensazione di essermi resa vagamente ridicola...)

@lo zio giorgio: capisco, campione olimpico di arrampicata sugli specchi anche tu, come molti altri maschi ;)

@lincubodeipescirossi: aggiungi alla lista delle cose in comune, l'amore sconsiderato per vasco brondi delle luci (a quello che vedo dal tuo nick)...
ti lascio il mio indirizzo email
nowthewinter@gmail.com

a bologna ci torno dal 4, ci sentiamo e ci organizziamo!

@lucid dream: conosco bene quel video, cara mia, e altrettanto bene conosco i matrimoni qui dalle nostre parti...quelli sì che sono attentati alla linea, con quei pranzi da 8 ore e n-mila portate!

sun

Bari Blogs ha detto...

Crema di riso Muller??!! Come, come!

Spinoza ha detto...

La vita è troppo breve e triste per sprecarla a fare diete. Dio benedica i grassi polinsaturi!

africanse[ur]ena ha detto...

sorella! fossi a Bologna o nelle vicinanze verrei a godermi la camel
;)

l'incubodeipescirossi ha detto...

Ma volentieri.
Io sarò bolognese l'8.

ps. tra l'altro il brondi è venuto in concerto in sicilia...potevo mai perderlo?

ps. del ps. e dopo aver scoperto che tra i tuoi film è annoverato "io e annie", sono ufficialmente una tua fan!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

L'unica volta che ho fatto una dieta seriamente è stato due anni fa: ho fatto la fame per 2 mesi, ma ho perso quasi 5 kg. Ero un figurino, mi stava tutto benissimo, ero perfino rientrata nei miei jeans da stragnocca! Poi ho ripreso a mangiare normalmente (senza abbuffarmi) e sono tornata come prima in due misere settimane. Non potendo andare avanti per sempre solo a yougurt e frutta mi sono arresa al mio metabolismo da 30enne ed ho risolto il problema cambiando guardaroba.

Per consolarmi ora mi ripeto sempre: prima ero snella e asciutta, ma ora sono una "bellezza" mediterranea.

L'importante è crederci! ;)

Vale ha detto...

premetto che sei una grande, e che ogni volta che mi metto a dieta ingrasso quindi di solito evito di farla....

1 solo punto:
- togliere la pasta è un errore!! io se smetto la pasta non caco, e se non caco ingrasso...(d'altronde ho appena letto un post di Nikko su questo argomento)

randomante ha detto...

la crema di riso :D

desaparecida ha detto...

meraviglioso decalogo!

Io ho cominciato a fine gennaio la dieta l'ho interrotta ad agosto e con tutte le caipirinha che sto bevendo....ecco credo che sia meglio che la cominci domani! ;)

Anonimo ha detto...

Un suggerimento letterario per un suggerimento letterario.
Mi pare uno scambio equo.
Ho citato l'egregio signor Panofsky. "La versione di Barney", di Mordecai Richler, Adelphi.
Un romanzo che mi è piaciuto moltissimo.
Tutto l'ardore che tu riservi a Timi, io lo rivolgo a Barney Panofsky. Un vecchio bastardo, vizioso, alcolizzato, che non si può non amare alla follia.
Avvertenza: il romanzo è un diesel, bisogna superare qualche pagina prima che avvenga l'incanto. Te lo consiglio. Certamente ci troveresti mille altri spunti interessanti.
Come, per esempio, qualche considerazione sugli inglesi...
Marianna

SunOfYork ha detto...

cacchio marianna, la citazione mi pareva familiare!!
che figuraccia,la versione di barney è uno dei miei libri preferito, ma quel passo l'avevo completamente dimenticato!!!
capisco e condivido il tuo amore per Barney...semplicemente non gli si può resistere. ma per caso hai letto qualcos'altro di richler? io temo il confronto...

sun

Anonimo ha detto...

P.S. E già...da H&M ho comprato capetti niente male pure io. Naturalmente giacciono, inutilizzati, sul fondo del mio armadio.
Non hanno superato l'esame dello specchio di casa.
Marianna

Anonimo ha detto...

E a me pareva strano che non l'avessi letto! :)
Non ho approfondito la conoscenza di Richler, perchè anch'io temo la delusione. Difficile non tradire le aspettative, dopo La versione di Barney. Alcuni amici hanno letto "Solomon Gursky è stato qui" e non l'hanno apprezzato molto...
Marianna

selotenga ha detto...

essendo estremamente viziosa e sensibile alle dipendenze, potrei consigliarti il tabagismo. ci si rimette polmoni e un fracco di altre cose, ma oh.
poi avrei anche un paio di ricettine per torte ipocaloriche, che purtuttavia sono deliziose.

Nuvola ha detto...

Mi capita di stare a Bologna anche se per pochi giorni l'anno..è una città che mi lega da parecchio tempo e di sicuro non è il luogo ideale per fare una dieta: se la buona cucina emiliana prende il sopravvento è finita. Ma un buon piatto di tagliatelle consola sempre :D

lindöz ha detto...

Tsk, io neanche ci provo. Ma spero che tu ci riesca.
PS se sono nei paraggi, una sigaretta, ehm, una bella corsetta con te me la faccio :-P

Letizia ha detto...

Non capisco lo scopo della Camel dopo la corsa a parte l'enfisema polmonare.
In generale non riesco a comprendere il vizio del fumo. Ho provato a fumare per limitare la fame chimica da stress pre-esame ma non ha sortito alcun effetto,anzi mi ha aumentato l'appetito.

Lucien ha detto...

Consolati dal noiosissimo jogging col cinema. A Venezia viene presentato in concorso "La doppia ora" di Giuseppe Capotondi, dove c'è come protagonista Filippo Timi...
A presto

Charlie Mark ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Charlie Mark ha detto...

Carissima! se uno di sti giorni passi vicino allo stadio caccia un urlo alla tarzan e mi vedrai arrivare col pacchetto di sigarette in mano ;) Tu ti farai la tua bella corsetta e io mi toglierò un pò dai libri di diritto, così uniamo l'utile al dilettevole. Un bel giretto ai giardini non lo si nega a nessuno! At salut!!

ghirigori baumann ha detto...

insomma, mi assento per tre settimane e trovo quattro nuovi post.
da uomo dal metabolismo letargico, sul punto 6 sono assolutamente d'accordo.

ilbibliofilo ha detto...

a propos di G.Margherita, domenica 6 c'è una corsetta (chi vuole fa 21 km, per me bastano 10)NIENTE DI MEGLIO PER UNA SUDATINA
ci sarò, con la maglietta NON E' PANCIA, E' UN DIFETTO DELLA MAGLIA

Sciroccata ha detto...

la crema di riso muller è davveero un desset sublime!!

mich ha detto...

SLIM PROOF [storie di vita vera]

- Ecco, vede: se lei decide di mangiare un etto di pasta non c’è nessun problema, la condisca come vuole, l’importante è che prima riesca a mangiare tre etti di insalata. Il meccanismo è semplice: a una quantità qualunque di un cibo che le piace deve corrispondere tre volte tanto di insalata.

Sorrido, annuisco. Certo: una porzione di carbonara, tre volte tanto di insalata. Evviva la scarola.

- Scusi, l’insalata va bene tutta? No, vede, perché io detesto la riccia rossa amara, proprio non mi va giù…

- No, aspetti: insalata mista, ma senza rucola, eviti le carote e non tocchi nemmeno un pomodoro.

- Nemmeno un pomodoro?

- Sono pessimi per il metabolismo, rallentano la digestione e fanno ingrassare. Ormai è appurato.

E non mi sfiora nemmeno il pensiero che quest’individuo sia pazzo. Indossa un camice bianco, alla parete è appesa una pergamena che sembra una laurea, le poltrone hanno un’aria totalmente amichevole. Prendo la manciatina di fogli pinzati che il medico mi allunga premuroso, leggo di sfuggita il titolo, Dimagrire con l’Indivia, e tiro fuori il portafogli.

Sono duecento dieci euro. Non le serve fattura vero?

Anonimo ha detto...

Correre non mi piace..troppa fatica.. san Luca a piedi tutti i giorni è altrettanto efficace, provare per credere !

Valentina

Valentina ha detto...

Anni fa feci una dieta – 10 kg in 10 mesi, neanche tanto troppo restrittiva, mangiavo perfino la pasta 2 (DUE) volte al giorno (40gr – sono 20 penne, fidatevi!) e la pizza (margherita o ortolana) una volta a settimana (ovviamente senza birra o coca cola, ma tant’é…)
Ma avevo 30 anni – un metabolismo ancora vivace e scoppiettante…
Alla vigilia dei 40, posso ammazzarmi di insalata, verdura cotta scondita e insipida che non butto giù un etto…come si fa a convincere il metabolismo a rianimarsi un pò? Eppure non faccio proprio una vita sedentaria con un 3enne che corre ovunque…non mi resta che definirmi una “BURROSA” mediterranea…visto che ha portato così bene a certe VIP’s….

acrimonia ha detto...

Non eccede nelle dosi, non è intenditrice, non mangia latticini né fritture, via la cucina emiliana, e per lei mangiare equivale semplicemente a nutrirsi.

OSSIGNOR!!!!!!!!!!

SunOfYork ha detto...

@valentina: sai che c'ho pensato sul serio anche io? però per una che abita in strada maggiore arrivare fin lì è un po' uno sbattimento...

@valentina: lo sport. dicono che lo sport sia la chiave :)

@acrimonia: lo so, lo so, però apprezzo il vino, questo mi riscatta almeno in parte? :-)

sun

acrimonia ha detto...

Beh, allora facciamo pari e patta: io sono astemia ;)

Subscribe