Yes, darling. Life sucks

Momenti di disperato ottimismo

La mia vita si divide in percentuali nette: il 10% del tempo mi sento giusta per l'occasione (che lo sia o no), il 90% mi sento un pesce fuor d'acqua. Badate, la sensazione di non appartenenza ha ben poco a che fare la timidezza. Sono anche timida, non ci facciamo mancare niente da queste parti, ma in qualche modo, la timidezza, ho imparato a gestirmela elegantemente. La sensazione di essere al posto sbagliato nel momento sbagliato, invece, non me la toglie nessuno. E in effetti, spesso e volentieri ci sono, al posto sbagliato nel momento sbagliato.
Cioè, voglio dire, quando mi ritrovo nel bel mezzo del coro della chiesa a cantare a squarciagola Smells like teen spirit, la percezione della mia non appartenenza al gruppo si fa lievemente più distinta che in altri casi. O quando a lezione di aerobica faccio le coreografie nel verso contrario a quello delle altre, dando le spalle all'insegnante. O anche quando dopo il brindisi agli sposi, inizio a enucleare punto per punto le gioie del sesso extraconiugale.
Ci sono però le volte in cui, se semplicemente me ne stessi calma, nessuno noterebbe quel caos espressionista che è la mia interiorità. E invece inizio ad agitarmi, ad interrogarmi smaniosamente sul senso della mia presenza in quel posto. Risultato: ho l'impressione che per un attimo a tutti passi per la testa l'interrogativo "ma quella, che ci fa qui?".
Ora, i miei crucci principali sono due: gli occhi azzurri e l'altezza. Credetemi, queste due caratteristiche, se non sei Claudia Schiffer, non sono esattamente un plusvalore: i primi, nella mia esperienza, richiamano solo uomini dal senso poetico malato (ricordo ancora con gioia le ardite metafore di un mio spasimante, che era solito paragonare i miei occhi ora "al cielo d'Irlanda", ora "ai piccoli laghetti delle Dolomiti" - ma perché proprio quelli delle Dolomiti, dico io - "agli smalti delle porcellane cinesi della dinastia Ming") e attirano su di sé tutte le attenzioni, per cui se avete gli occhi azzurri, qualsiasi scollatura o gonna diventa incredibilmente vana. L'altezza, invece, ti affligge in quei quei momenti in cui vorresti solo sparire dalla faccia della terra: è piuttosto difficile mimetizzarti se sei alta quasi un metro e ottanta, a meno di non avere un baobab a portata di mano. Ancora più drammatico è se si raggiunge l'altezza definitiva a 13 anni, in piena adolescenza, quando tutti sono ancora dei nanerottoli e tu non hai ancora avuto il tempo di orientare il tuo nuovo corpo nello spazio, perché sei cresciuta troppo in fretta, per cui ti trasformi in una pertica dinoccolata ancora priva di quelle meravigliose tette che ti accompagneranno tutta la vita, in grado di urtare e inciampare su qualsiasi cosa. E che alle feste si ritrova perennemente a ballare con un tizio 20 centrimetri più basso. Tutti esempi ipotetici, mica son cose capitate veramente a me, eh. Giusto per dire che certe caratteristiche apparentemente appetibili, spesso sono nè più nè meno che deformità, come un brutto naso o una testa sproporzionata.
Poi l'adolescenza passa, l'altezza resta. Ma non c'è scarpa senza tacco che regga, ballerina, Converse o sandalo alla schiava, nè abbigliamento che restituisca le giuste proporzioni: potresti vestirti a righe orizzontali, non cambierebbe. L'altezza è una condizione interiore più che esteriore: vuol dire che anche la tua personalità è ingombrante, che non potrai mai nasconderti nel mucchio e che dovrai presto imparare a cavartela da sola, perché è difficile che scatti l'istinto di protezione verso una donna alta. Sarete sempre tu e i tuoi centimetri in più, sotto gli occhi di tutti. Tutti lì a fare pronostici su quanto saranno alti i tuoi figli, a interrogarsi sul genitore da cui hai preso l'altezza, a chiederti come fai se vuoi mettere un paio di tacchi e il tuo ragazzo non è poi così tanto più alto di te.
Ma figurati se vuoi metterti i tacchi, piuttosto avresti voglia di segarti qualche centimetro in certi momenti. Laddove le altre collezionano stiletti, tu hai appeso un canestro da basket. Esattamente nel punto più alto della tua stanza: il punto più basso della tua femminilità.

84 commenti:

psicosipalliativa ha detto...

Intuisco il discorso, ma ... Da quello che leggo pare che tu sia l'invidia di milioni di ragazze ed il sogno di altrettanti esemplari maschili ... Che l'erba del vicino sia sempre più verde?

spiderfedix ha detto...

senti, correggimi se sbaglio...occhi azzurri, alta quasi uno e ottanta, (cito) meravigliose tette...sarò anche un superficiale focoso...però non mi smbra materiale da lamento!

nonsisamai ha detto...

allora: mi stai simpatica come sempre ma stavolta proprio NON SIMPATIZZO. si e' capito? ;)

PiccoloRed ha detto...

Da omino alto uno e novantatrè, con gli occhi azzurri e che si sente immancabilmente fuori posto in ogni occasione, simpatizzo pienamente.

Dusty ha detto...

simpatizzo moltissimo anche se ho gli occhi verdi e non sono alta un metro e ottanta, bensì 1,75. Con i nanerottoli che mi circondano è un problema!!!

Anonimo ha detto...

Interessante questo post.

(Cosa vuoi dire quando scrivi: "L'altezza è una condizione interiore più che esteriore: vuol dire che anche la tua personalità è ingombrante"?).


Sono piccola e ho passato la vita, una parte di questa, a invidiare le mie amiche alte.
Perche':
i ragazzi vedevano prima loro e poi me!;
nessuno ti da fiducia fino a quando non dimostri che hai personalita' (guarda un po'!!): "e' piccola, ma si fa rispettare". No scusate, siccome sono bassa devo farmi mettere i piedi sopra? Se sono bassa sono anche debole? Mi sfugge il nesso, illuminatemi;
ti ricorderanno sempre tutti che l'altezza e' mezza bellezza;
ti sentirai dire spesso "bassina ma carina";
vivrai la Non-altezza come una patologia gravissima. Gli altri te lo faranno notare, lo faranno istintivamente, come accade alle persone grasse (con le quali si e' anche piu' stronzi);
dovrai sentire nomignoli tipo "nanerottoli", a me nessuno mai lo ha detto, ma lo trovo davvero maleducato.

Poi si cresce e ci si accorge che ognuno ha i propri difetti e i propri pregi e grazie a dio ognuno ha i propri gusti.

E' vero che quando sei piccola c'e' sempre un uomo che vuole aiutarti e tu lascerai che lui calera' il tuo bagaglio dalla cappelliera di un aereo, per esempio.

QUesta pero' e' una questione molto italiana. Da quando mi sono trasferita negli States ho imparato che "piccola e' bello". Una persona mi disse "petite is something that you wanna be". E' per questo che non me ne sono piu' andata.



valeriascrive

Minu ha detto...

vado a vivere in america!

carina ma bassina
è brava anche se è una napuli
i tuoi occhi mi ricordano quelli di un cerbiatto (cucinato con la polenta è la città del mondo!)
non ho mai ballato alle feste.. come potere sussurrare nelle orecchie se ti mancano 20-30 cm?

post fuori luogo, non mi è piaciuto, troppo bassina!

Arturo Folletti ha detto...

mi dispiace ma condivido il pensiero di spiderfedix, sono poco incline a provare empatia

:-)

Porzione ha detto...

Oh, finalmente hai perso punti agli occhi della Padrona. Sempre a dire che il tuo blog è meraviglioso ed il mio fa cagare. Mi son seduto sulla sponda del fiume ed ho aspettato che passasse il tuo alto cadavere (peraltro dotato di meravigliose tette). Adesso che l'hai fatta arrabbiare, non leggerà più neanche il tuo blog.
P.S.
Non ci crederò mai che gli occhi attirano l'attenzione più delle tette.

Fede ha detto...

Benchè bassa con gli occhi marroni simpatizzo lo stesso.
Ricordo amiche alte al palo mentre io volteggiavo ballando con dei bassi pugliesi.
Però per compensare sono sempre stata con uomini alti.

Spinoza ha detto...

Lamentiamoci delle cose per cui vale la pena lamentarsi: io, uomo, non arrivo al 1.70m e ti assicuro che essere chiamato "nano", "tappo" o "gnomo" non è affatto piacevole...

Mauron ha detto...

Credo di essermi innamorato....

Punzy ha detto...

I maschio non possono capire le innumerevoli e complesse seghe mentali che noi donne siamo in grado di produrre riguardo al nostro corpo.
Io sono piccola di statura ma non lo so come mai non me ne sono mai fatta un cruccio; in compenso, ho il complesso:
dei capelli
delle caviglie
della pancia
delle mani tozze
della caviglie grosse
delle tette troppo grosse

non importa che gli altri dicono che sono carina, io mi burko prima di uscire
fa parte dell'essere femmina

p.s. Sun sei una strafiga da paura

lindöz ha detto...

E noi, donne di altezza "media" vi invidiamo un sacco.

Amaracchia ha detto...

Due sono state le rovine della mia adolescenza: il numero di scarpe esagerato e le "migliori" amiche piccole.Quanto ti capisco.E io non avevo nemmeno gli occhi azzurri.

paperogaedintorni ha detto...

"Non ci crederò mai che gli occhi attirano l'attenzione più delle tette."
Porzione, dici verità sacrosante. Anche se nel mio caso, guardano più gli occhi azzurri della mia primissima di reggiseno. E sbagliano clamorosamente.

SunOfYork ha detto...

@psicosipalliativa:no, non sono mai stata l'invidia nè il sogno di nessuno, questo dallo pure per certo, e nemmeno vorrei essere invidiata. di fatto non mi cambierei con nessuna, semplicemente perché c'ho messo quasi un trentennio ad abituarmi a quello che sono, figuriamoci se voglio ricominciare tutto di nuovo. però fatto sta che l'altezza, quando hai solo un enorme desiderio di essere lasciata in pace, è un fardello :)

@spiderfedix: se proprio devi citarmi, cita anche la parte in cui dico "se non sei proprio claudia schiffer". Alta con gli occhi azzurri vuol dire ben poco!

@nonsisamai:capisco, capisco. sarà che io ho empatia a tonnellate, però quando le ragazze un po' più bassine mi raccontano dei loro complessi, io sono sempre molto solidale. potrei averne un po' anch'io o ho ragione a dire che verso noi spilungone non si prova facilmente solidarietà?

@PiccoloRed: grazie a Dio esistono uomini solidali!

@valeriascrive: volevo dire che se sei una spilungona e sei senza personalità, sei finita. perché verrai notata (e quindi sgamata) più facilmente. La frase "petite is something you wanna be", meriterebbe di essere messa a titolo di questo mio post :)

@minu: oddio, ora anche tu a dirmi che sono fuori luogo, allora vedi che ho ragione a sentirmi un pesce fuor d'acqua? io sono solidale verso le ragazze più bassine, e su, sappiamo tutte quanto infondati siano i complessi femminili, un po' di solidarietà! come dire, non è che solo perché siete più bassine, avete più diritto alla comprensione: vedi la minogue, non mi pare abbia avuto problemi a sfondare :)

@porzione: la Padrona, se ha apprezzato fino ad ora questo blog, continuerà ad apprezzarlo, perché immagino abbia intuito quale coacervo di nevrosi si celi dietro il nickname Sunofyork. E comunque quello che per me è il cruccio dell'altezza, per altri può essere altro: magari il contrario, oppure un naso non proprio ala francese, o chissà cos'altro. nel tuo caso cos'è?

@fede: ecco, hai appena riassunto in una frase la mia adolescenza (è finita la settimana scorsa, tipo)

@spinoza: ma certo, ognuno si lamenti del suo, non per niente ho sempre detto che il blog per me è una terapia :)

@mauron: santo cielo, è stato più facile del previsto

@punzy: cos'è il complesso dei capelli?tipo che li hai ricci e li vorresti lisci, perché di quello sono un'esperta anche io! e in più aggiungerei il complesso dei "polpacci di maradona", che è un evergreen. grazie del complimento comunque, ti ricrederesti dopo aver visto una mia foto :)

@lindoz: reciproco :)

@amaracchia: infatti pensavo proprio a te quando ho scritto questo post!

@paperogaedintorni: effettivamente rettifico "gli occhi attirano più complimenti delle tette" (quelle le guardano comunque). dovresti pensare a una mastoplastica additiva

Bra ha detto...

Comprendo le tue sensazioni, ma davvero hai cantato "Smell like teen spirit" in mezzo al coro?

Un saluto a te ed ai tuo occhi azzurri come un mare irrequieto del nord... jajaja.

Attila ha detto...

In effetti, se sei timido (alzo la mano), anche quello che gli altri considerano un pregio, può essere causa di imbarazzi.
Io con la timidezza è una vita che ci lotto, tanto che adesso, molti credono che io sia uno davvero espansivo. Ad ogni piè sospinto sento l'impulso a scomparire, però tanto + cerchi di sparire, tanto più finisci al centro del riflettore, è una lotta impari contro te stesso.

Riesco a capirti perfettamente (a parte quando dici che il sesso forte ti guarda gli occhi invece delle tette... mi sa che è solo 1 tua impressione)

Mafaldanellarete ha detto...

suvvia! dopotutto mi par di leggere fra le righe un po' di autocompiacimento ( e sia chiaro non ci vedo niente di male), o mi sbaglio? All'alba dei trenta di solito inizia la fase dell'auto accettazione un po' per tutti, no?
p.s. io ho sempre avuto il complesso delle mani:)

Lucien ha detto...

E' per questo che hai messo come ubicazione Andorra (1.029 metri) o ci abiti veramente?
A parte le cavolate, ognuno ha i suoi di complessi e la sfida sta nel superarli. Io da adolescente oltre ad un problema quasi identico al tuo (chissà perché tutte morose di 1,60) ero terrorizzato dal dovere parlare in pubblico e forse per questo ora svolgo una professione in cui sostanzialmente devo solo parlare. Comunque da come scrivi mi pare che tu abbia superato brillantemente.
Ti leggo sempre con piacere.

Belphagor ha detto...

Dai sun, non metto in dubbio che tu abia degli occhi bellissimi, ma ricorda che due occhi, per quanto belli, non possono competere neanche lontanamente con un bel paio di tette. Come dire:meglio un ottima pasta al burro o un' amatriciana ??
Per il resto io non posso che simpatizzare: le mie ragazze sono sempre state "giunoniche" (definizione di mio padre), cioè non solo alte ma di ossatura, come dire, non esile, ecco. Fianco largo (fa molti bambini ! XD ), seno abbondante, culone, coscia in carne...insomma, a me le donne alte, grandi e con una personalità ingombrante interessano di molto !!

Anonimo ha detto...

Boh, non so.
Forse sono così rincoglionito da non distinguere l'autoironia dall'autocelebrazione, ma tutto sommato credo di aver letto cose migliori, qui.

Voglio dire, sono sicuro che prima o poi ti farai una ragione dell'essere alta, con gli occhi azzurri, di avere delle tette meravigliose, una personalità che non si confonde nel mucchio, e addirittura della mancanza di persone che pretendano di esercitare un paternage asfissiante su di te, povera piccola indifesa.

Danilo

SunOfYork ha detto...

@bra: sì, più volte quando ero più piccola, non sapendo le parole delle canzoni della chiesa mi ritrovavo a cantare tutt'altro :)

@attila. bè certo, anche di me nessuno direbbe che sono una timida. basta che lo sappia io però, a mandarmi in tilt!

@mafalda: no, veramente. nessun autocompiacimento. Sicuramente la fase dell'autoaccettazione è iniziata da un bel po', ciò non toglie che momenti in cui vorrei rimpicciolirmi e confondermi con gli altri esistono ancora, e non sono meno intensi di quelli che vivevo durante l'adolescenza

@lucien: sì, nessun complesso, comunque. ed infatti anche io ho smesso di nascondermi dietro i pali della luce :) grazie del complimento, davvero

@belphagor: de gustibus :)

@danilo: mi spiace il post non ti sia piaciuto. Non c'era nè autocelebrazione nè autoironia (salvo la parte sulle tette meravigliose, lì la stavo buttando in casciara per non fare troppo il caso pietoso). Semplicemente mi accade ancora, di tanto in tanto, di sentirmi un'adolescente allampanata e un po' giraffona. Non voglio essere protetta da nessuno, figuriamoci, però effettivamente l'altezza ti fa sentire più esposta. Almeno nel mio caso

Sun

Numero 6 ha detto...

Da uomo piuttosto alto, il non potersi nascondere nel mucchio è evidente, come è evidente quanto questo influenzi gli altri.
Non si è mai irrilevanti, e talvolta può essere un peso.

Da uomo però ha un piccolo vantaggio: tiene alla larga un sacco di rompiscatole.

spiderfedix ha detto...

chiedo venia...non volevo strumentalizzare una parte della tuo verbo..cercavo il lato positivo per limitare l'avvilimento...

Prisma "TBFKA MusEum" ha detto...

Volevo dire la mia, ma Numero 6 mi ha tolto le parole di bocca!

Da uomo però ha un piccolo vantaggio: tiene alla larga un sacco di rompiscatole.

Ecco, riportando l'assioma di cui sopra in ambito femminile, devo dire che determinati difetti del mio aspetto adolescenziale (di cui molti strascichi sono purtroppo tuttora pienamente visibili) hanno funzionato da parafulmine tenendo alla larga ragazzi superficiali e vuoti, permettendomi di essere avvicinata, causa enorme mia timidezza, solo dai più temerari e valevoli esemplari. (PARE VERO)

Che tocca fà pe' trovà un lato positivo ad un'adolescenza di merda! ;)

Credimi, non sai quante volte avrei voluto solo sprofondare ed essere risucchiata ventimila leghe sotto i mari.
Perciò, empatia a fiumi, mia cara.

SunOfYork ha detto...

@numero 6: effettivamente la minaccia fisica capita anche a me di utilizzarla, nonostante sia una donna :)

@spiderfedix: grazie, temevo mi avessi preso per una che ci gode ad autocelebrarsi, e invece faccio esattamente il contrario: davvero credo che gli occhi azzurri e l'altezza contino poco, e anzi, nel mio caso, sono un po' d'intralcio al volermi in qualche modo nascondere :)

@prisma: ma sai che effettivamente è proprio come dici? probabilmente se fossi stata una stragnocca, mi si sarebbero avvicinati solo dei simil tronisti palestrati, e non avrei saputo cosa farmene :)
grazie dell'empatia, è una cosa che mi fa sempre piacere

Sun

Anonimo ha detto...

Se non altro, stavolta, il post ha un titolo in italiano. Era ora! :-)
J.

Riccardo ha detto...

Vedo la tua apologia del sesso extraconiugale e rilancio con un augurio di cancro al momento del brindisi di capodanno. Ti capisco quando parli di disagio.

Woland ha detto...

Oh, SunOfYork... come ti capisco. Pensa, io sono alto quanto te. O almeno credo. E tutti a dirmi: "Wow, cazzo, ma sei di altezza NORMALE. Fichissimo".

No, è un incubo. Mi mancano cinque centimetri per il paradiso (mettete le vostre battute a doppio senso in questo sacco di iuta, grazie) e in più ho gli occhi verdi. Pazzesco, eh?

Ma senti qua: la cugina di uno dei miei migliori amici è alta 1,49 m, ha gli occhi neri, la pelle che si riempie di macchie se solo la illumini con una lampadina a risparmio energetico e ha le dita così piccole che per farti una sega avrebbe bisogno di un nuovo piano industriale di lungo termine.

E non è finita.

Si chiama filomena.

P.S. : Onorato di averti tra i lettori. Io non mi metto tra i tuoi solo perché non ho una faccina sufficientemente rappresentativa. Nemmeno nella realtà (sappilo).

Woland ha detto...

Ah. Io sono 1,79. Non alto, non basso. Average is hell.

Ma Filomena? Lascia stare, Sun, le donne in scala maggiore sono da sballo. Hanno più quantita di ogni cosa che ti piace (o almeno, io la vedo così)(a meno che tu, uomo, non sia attratto da una minuscola brunetta, o ancora peggio, da un minuscolo Brunetta). C'è un solo grosso problema. Se la donna è alta perfetto, ma se è PIU' ALTA dell' uomo, ogni tentazione si trasforma in odio.
Non scherzo.

Anonimo ha detto...

Sun: se mi permetti un'osservazione estemporanea, sai cos'ha di insolito il tuo blog?
(Oltre all'arguzia, all'acutezza, all'occasionale poesia, e ai congiuntivi, intendo)
Che quelli che rispondono non discutono fra loro, ma parlano quasi solo a te. Questo succede nei blog che hanno due o tre commenti a post, ma è infrequente fra quelli che ne hanno cinquanta. Certo, non posti argomenti controversi, non parli di politica o di calcio, eppure non basta. E' anche il tuo modo di rispondere alle risposte, il fatto di avere due parole e non di più ma per ognuno, che incrementa l'effetto, che mi fa immaginarti in cattedra, con tutti gli occhi dei lettori su di te. ("Avete domande?")
E credo che questo non sia esattamente casuale, e che non ti dispiaccia affatto (e ci mancherebbe altro).
Il senso è che "esposta" è sinonimo di "al centro dell'attenzione". Vero, ti sei tirata fin sulla testa la coperta del blog, ma non riesco a credere che ti infastidisca poi tanto il polarizzare il prossimo sui tuoi occhi azzurri. Magari qualche volta, come a tutti, ma non credo sia la norma.
(Poi, ad essere del tutto sincero, siccome mi stai diventando simpatica, mi sono detto che son buoni tutti a rispondere graziosamente ai complimenti. Volevo però vedere come prendi le critiche).
Ok, d'ora in poi commenti brevi e senza psicologie da lavandaia, con tutto il rispetto per le lavandaie e per le loro capacità empatiche.

Danilo

Woland ha detto...

A parte Danilo che ci prova, era una cosa che avevo notato anch' io. Ma la mia motivazione era stata squisitamente razzista ("Ah, non li guardo i commenti, saranno donne che assentono").

Anonimo ha detto...

No, Woland, non ci provo. Diciamo che sono nato attorno alla metà del secolo scorso. Se vuole, le presento semmai mio figlio.

Danilo

randomante ha detto...

ma che simpatico duetto Woland e Danilo. Woland, secondo me le dita corte di quell'amica ti sono sufficienti.

SunOfYork ha detto...

@anonimo J.: effettivamente sono stata tentata di chiamarlo Sad guide for sunofyork-lookalikes, ma mi sembrava davvero troppo autocelebrativo, e tutto volevo fare in questo post, fuorché autocelebrarmi :)

@riccardo: vabbè, dai, la tua è peggio, questo mi rincuora molto :D

@woland&danilo: su, ora smettetela di parlare tra di voi e parlate con me :)

@woland: no, io non raggiungo il metro e settantanove, e mi sento comunque perennemente sui trampoli. quanto alla tua preferenza per le donne alte, bè, anche lì, sono gusti. so di molti uomini che preferiscono avere tutto concentrato, ecco. anche se il problema non è nella percezione che gli uomini hanno di me, ma in quella che io ho di me stessa. Alla fine non sono alta due metri e dieci, sono io che mi sento perennemente sproporzionata, questo volevo dire. Poi so di avere i miei estimatori. Si contano sulle dita di una mano, ma esistono.

@danilo: è vero, non ci avevo fatto caso, francamente, ma di solito i commenti si rivolgono a me e io rispondo a tutti ed è una cosa che mi diverte molto. Non ho una spiegazione per questo ma dubito di essere riuscita a instaurare un culto della mia persona presso gli altri blogger. Non nego che mi faccia piacere, ma solo perché siamo su blogspot e non nella vita reale: lì credo morirei di imbarazzo. Forse piace anche a me polarizzare le attenzioni di qualcuno ma sono una che si fa apprezzare sui tempi lunghi, non nelle conversazioni mordi e fuggi. Quindi, va da sè, che nella vita reale polarizzo molto meno che qui :)

@randomante: diplomatico come sempre

Goldo ha detto...

Mo anden, non esistono donne alte o brutte,

esistono solo uomini nani o poca vodka.

per me randomante beve acido di un tipo e ne piscia uno di un altro tipo,



peggiore.

Punzy ha detto...

sul complesso dei capelli ci farò un post apposito; comunque, più o meno trattasi del fatto che in testa ho la raffia e invece vorrei dei capelli

Goldo ha detto...

e comunque non esistono....

o meglio non esistono...


cazzo troppa vodka.

Woland ha detto...

Randomante, se stai tentando di dirmi che ho bisogno di una porsche, io sto tentando di dirti che ti ho regalato una petroliera.

Anonimo ha detto...

Ti prego dimmi che hai le tue cose...sta roba non è dà te- ma nemmeno per sogno. Chi ti ha fatto del male, lo uccido.
Sono alta- 1 metro e 58 e mi garba ogni cavolo di centimetro da quando andavo all'università di Maryland e frequentavo "La Vous" un pub strafolla ogni sera. Ero l'unica che riusciva a respirare in quel inferno ed era meravigliosa- Adoro essere alta...E' SEXY e potente...Forza donna mia- non è dà te. (Donna)

randomante ha detto...

Woland: sì ma andiamo nel mio blog a brigare. devo fare numero. Poi ora hai anche la Porsche.

Arimortis ha detto...

ci sono. vorresti essere la famosa donna nana tutta tana

Arimortis ha detto...

ma anche senza essere nana puoi essere tutta tana. dai che se ti impegni ce la puoi fare. se ce la fanno le nane, figurati te.

Woland ha detto...

Non ci sono i commenti nel tuo blog, Rando. Dove dovrei brigare? Brigati di procurare dei commenti, e io brigherò a brigare.
Altrimenti puoi venire sul mio. Li ci ho un amico che briga da paura.

Ah, e ti volevo fare i complimenti per la battuta sul figlio di Eluana, " ".
Ho tentato di trattenermi perché non avevo digerito il gulash, ma alla fine ho dovuto ridere.

Ora so perché si chiama così.

SunOfYork ha detto...

@goldo: appena ti riprendi dalla vodka, vedrai che *esistono* donne alte o brutte

@woland e randomante: ma de che stamo a parlà?

@donna: bè, ma 1.58 sarebbe un'altezza meravigliosa anche per me!sono giusto quei 20 cm in più che mi impediscono di mettere i tacchi se non voglio avere problemi di rarefazione dell'aria in stile everest :) scherzi a parte, donna, non è così tragica: ci sono momenti in cui l'altezza mi sembra un pregio *enorme*. Però ci sono ancora dei retaggi adolescenziali, forse con te come life coach li supererò :)

@arimortis: oh ecco, adesso chiamarle "nane" mi sembra un attimino attimino forte :)

Sciroccata ha detto...

consolati, io sono alta meno di 1, 70 e ho gli occhi scuri, ma mi sento un pesce fuor d'acqua in molte occasioni, comunque.
mi sa che è una condizione mentale!

Sally Cinnamon ha detto...

io non metto i tacchi... Sono troppo alta. Ti capisco. Però ho gli occhi castano-anonimo, il che aiuta...

randomante ha detto...

vabbè Woland non ci sono commenti perché non ci sei tu. Si sta comodi, pochi amici, quattro chiacchiere confidenziali, nessun testimone oculare. Porta anche il tuo amico!
gli faccio vedere la culla che ho predisposto per il piccolo " ".

Artemisio ha detto...

Eccheccazzo mi sono perso una rissa - se pur organizzata a tavolino. Woland e Randomante affilate le vostre lingue taglienti, vado a chiamare gente. Trasformeremo questo blog in una puntata di uomini e donne.

gb ha detto...

ha paragonato i tuoi occhi "agli smalti delle porcellane cinesi della dinastia Ming" e tu non l'hai sposato?

SunOfYork ha detto...

@sciroccata: effettivamente sì, probabilmente mi sentivo un pesce fuor d'acqua anche quando ero una bambina bassina. dev'essere qualcosa nel dna, perché anche mio padre è sempre sulle spine

@sally: che poi effettivamente i tacchi sono una vera tortura, comunque. Gli occhi castani secondo me sono bellissimi, a dire il vero gli occhi scuri mi incantano molto più di quelli chiari

@artemisio: sì, randomante fa claudiano

@gb: al momento non ero molto incline al matrimonio, ora come ora mi sposerei chiunque me li paragonasse anche solo alle ceramiche richard ginori

Sun

me, just an Italian man ha detto...

Uh? basta sdraiarsi.. essere alti e bassi a quel punto non fa più differenza.. poi quando si è sdraiati si decide il da farsi.. ;-)

Woland ha detto...

Sun, battagliamo su avamposti linguisitici di frangia ermetica, per dirci l' un l' altro che ce l' abbiamo piccolo e che ne vogliamo litigare per vedere chi litiga meglio e quindi chi ce l' ha MENO piccolo. Hai mai seguito corsi di arbitraggio maschile? Tutto quello che devi indossare è niente.

Francesco ha detto...

Forse si tratta solo di avere la mente un po' più free: essere alti e brutti o belli e bassi per me conta quasi zero. Col passare degl'anni l'aspetto fisico delle donne a cui mi lego sta diventando sempre più relativo.
Certo, un paio di belle tette aiuta, ma chissà perché poi perdo la testa per altro. Es: io alto 180+, lei mi supera già a piedi nudi, non è la Schiffer e semplicemente non ha tette, però con lei accanto stavo da dio anche se era lei a cingere il mio collo col suo braccio :) Merito della sua testa o della mia?

Misteri della mente...

Confinidiversi ha detto...

Che io l'altro giorno ho detto: finalmente c'è un post di Sun, vado a leggerlo.. e alla fine ho pensato, aspetto un po' che ci siano i commenti, non voglio mica fare figuraccie a dir subito cosa ne penso delle donne alte.
Alla fine son tornato e ho letto tutti i commenti, sembra una di quelle chat da adolescenti in cui a volte, si perde il filo del discorso. Ma ci sono molti spunti interessanti, devo dire.
Quasi quasi mi piace di più la discussione nei commenti, che il post.
Insomma, volevo anche dire che a me le donne alte piacciono un po' meno di quelle basse.
Ma dipende.
Il vantaggio di avere una donna bassa, nel mio caso (e parlo per esperienza) è che è troppo bassa sia per schiaffeggiarti, sia per la ginocchiata nelle palle.
Sono vantaggi decisivi, a volte.

Lindalov ha detto...

zitti, tutti! io sono alta un metro e novanta e a volte yes, darling, life sucks! LL

SunOfYork ha detto...

@italian man: non fa una grinza :)

@woland: ma va? sottolineavo quanto fosse fuori il siparietto su chi ce l'avesse più corto. ce l'avete corto uguale, siete blogger, è un assioma.

@francesco: sono contenta di sentire che la bellezza è relativa. francamente, non era minimamente messo in discussione questo concetto. ovvio, anche io non sono mai stata con adoni, eppure li ho sempre visti come gli uomini più belli del mondo. a prescindere da altezza, magrezza, nasi non perfetti e quant'altro. anzi, il punto era proprio questo: le convinzioni talvolte di una donna, talvolta, sono così forte da far vedere un uomo decisamente bruttino come bellissimo, e da far percepire una qualità, perché l'altezza normalmente è considerata una qualità, se vogliamo proprio basarci sugli standard estetici imperanti, come un problema, e come un qualcosa su cui complessarsi. non so se ho reso l'idea, ma lo spero vivamente.
detto questo, non mi sto tagliando le vene perché sono alta e posso prendere le cose dalle mensole senza usare uno sgabello, solo permettete pure a me di avere un complesso, vi ringrazio molto :)

@confinidiversi: mi stupisco profondamente di questo tuo commento, e ancor di più mi stupisco che anche tu abbia percepito il mio post come un voler ostentare delle doti fisiche - come se me ne fosse mai sbattuto qualcosa di tette, culi, occhi, altezza - attraverso una stucchevole falsa modestia (perché è questo il punto, o sbaglio). Leggiamo i rispettivi blog da un po' ormai, e credo che qualcosa di chi scrive si si intuisca anche attraverso un blog. Ora, avrai capito che sono una che se ha qualcosa di buono, è forse l'autoironia. Ti pare possibile che io ricorra a questi espedientucci per attirare su di me il testosterone di 4 blogger? Oggettivamente mi capita talvolta di percepire l'altezza come un problema, come un qualcosa che non mi permette di essere invisibile, e certe volte mi piacerebbe parecchio. Sarà adolescenziale? Probabilmente. Patetico? Pure. Però di certo ha a che fare con la percezione che io ho di me stessa, non di quella che gli uomini hanno di me. So di piacere ad alcuni e di non piacere ad altri, francamente me ne frego. Non volevo sapere se gli uomini che mi leggono preferiscono le donne alte o quelle basse, ma semplicemente se anche i blogger che mi leggono e che io leggo, hanno dei complessi totalmente immotivati. Che ne so, magari qualche ragazza bionda che subisce il pregiudizio bionda=stupida, o roba del genere.
Se poi vi piacciono le alte, le baassine, le magre o le grasse, onestamente, me ne frego.

@lindalov: ti ringrazio, è una sensazione che solo chi è alto può comprendere :)

SunOfYork ha detto...

@confinidiversi: scusa, questo si chiama overreacting. anche detta "c'ho na coda di paglia che arriva da qui a santa maria di leuca"

vabbè, volevo comunque rendere chiari due concettini-base :)
Sun

Donna Cannone ha detto...

non è altezza, ma è larghezza - vissuta owiamente con altrettante difficoltà, se non di più, perchè non è stranezza ma mostruosità.
Di certo, la mole si può modificare, l'altezza no - ma in realtà il desiderio di ''essere normale'' non scema neppure quando raggiungi quella taglia òì. Credo che sia una questione interiore - un ingombro che è tutt'uno di carne e anima e non c'è mica verso di venirne a capo.

ilanio ha detto...

ehehe!
essere delle fighe non dipende dai cm o dal peso specifico, è uno style of life
che tu sia alta 1.90 o che superi di poco il metro e mezzo, occhi azzurri, verdi o birulò
poco importa alla fine della fiera

fromtheworld ha detto...

...non mi torna, ma da quando gli occhi azzurri sono una nota negativa??? che poi uno si fermi agli occhi azzurri, soprattutto se e' un uomo, non si e' mai visto..o frequenti degli uomini molto poetici o romantici o forse non ti sei accorta che quando arrivano a guardarti negli occhi e' perche' hanno gia' scannerizzato fondoschiena, seno, gambe e compagnia bella....

seneca52 ha detto...

sinceramente non so di cosa tu ti possa lamentare! :o)

Anonimo ha detto...

Stamattina avevo la sensazione che i miei colleghi, che di solito mi ignorano, mi guardassero con più insistenza e interesse del solito. Dopo un attimo di perplessità ho capito: oggi ho messo un reggiseno imbottito.
A tutti quelli che hanno complessi quindi dico di vivere più serenamente: i motivi per cui la gente concentra la sua attenzione su di noi spesso sono lontani anni luce da ciò che crediamo.
Per i miei colleghi: se da ieri a oggi è aumentato di una taglia non ti viene il dubbio che stai sbavando su del cotone?

Confinidiversi ha detto...

No Sun, davvero lungi da me la vena polemica. Io non ho mai accennato a nessun tipo di tua ostentazione, volevo solo dire che lo scambio di battute nata qua sopra è molto divertente.
Figurati se ti critico su stè cose, io giro con una maschera, quindi, metaforicamente parlando ho anche io qualche complesso...
Infondo, credo, non ci si riescie mai a convivere completamente, con i nostri complessi. Anche perchè, inutilmente tentiamo di apparire in un modo, ma gli altri ci percepiscono attraverso le loro categorie, per cui nun cè nulla da fa'!
Con immutata stima, un saluto

Anonimo ha detto...

Colgo l'occasione (OT) per cercare di risolvermi una curiosità. Anonimo/a di qui sopra, mi sai dire perchè una donna dovrebbe indossare un reggiseno imbottito (o un uomo cacciarsi un fazzoletto arrotolato nei gins a pelle)?
Voglio dire, o la parte che reciti è solo quella della rizzacazzi (non so quale sia l'equivalente maschile, ma includilo), cioè non hai intenzione di concludere ma solo di far sbavare sul cotone, oppure ti esponi a figure piuttosto imbarazzanti se si arriva al dunque.

Davvero, mi sfugge il senso. Ok presentarsi nella migliore luce, ma nella migliore luce sostenibile, almeno sul breve/medio termine, sennò si tratta solo di distribuire il proprio reddito alla vituperata genia degli strizzacervelli (che ne hanno tanto di bisogno, vivaddio! Come fai a campare con 70euro/ora in nero, di questi tempi?).

Danilo

Brukoniglio ha detto...

Sono alto quasi un metro e novanta, ho il torace di un troll di montagna, gli arti da primate, la mia deambulazione ricorda quella di C3BO, ho gli occhi cangianti policromatici, i capelli sono una fusione fra il crespo, il riccio e l'esplosione di un buco nero, denti da coniglio, labbra afro, gobba notredamica, un solo orecchio quasi a sventola e perfetta asimmetria picassiana del volto intero. Tsk! Vinco io...

Coldismyheart ha detto...

hm... diciamo sono una altezza media... ne troppo alta ne troppo bassa, anche se mi sarebbe piacuto essere più alta... con tutto quello che può comportare alteza... ho una amica un metro e ottanta, so per esperienza che ha dei problemi di trovare vestiti adeguati ad esempio, a volte forse potrebbe essere un po frustrante andare per negozi,provare n cose e uscire a mani vuote, perche la roba che trovi non ti sta... sai quella situazione, tipo maniche troppo corte e cose così...

Woland ha detto...

Vi sarebbe piaciuto che i commenti di questo post rimanessero 69?

Col cazzo.

Valentina ha detto...

Con la mia bassezza mi ci trovo, in genere, abbastanza bene. Per mimetizzarsi serve una propensione naturale (che io posseggo).. ma l'essere bassi aiuta.

Alle volte però anche la donna bassa non sa contenere la sua bassitudine. Prendi me per esempio: talvolta mi scopro ad arrampicarmi sugli scaffali del supermercato per afferrare i grissini; altre devo devo sedermi sul banco di scuola/ rassegnarmi a stare in piedi, per ricordare alla mia cara (e gigantesca) alunna chi tiene il potere..
Si rischia sempre di essere calpestati, ai concerti non ci vedi una mazza e gli stiletti fanno male ai piedi.
Ciao!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Uffa, arrivo sempre tardi!
Hanno già detto tutto gli altri prima di me.

Per la cronaca, aggiungo solo che anch'io ho delle meravigliose tette, ma sono alta solo un metro e 70.

Dimenticavo: i commenti poetici su i tuoi occhi azzurri saranno stucchevoli e banali, ma sempre meglio di quelli che fanno a me sul mio meraviglioso culo!

Woland ha detto...

Jane, quello che hai fatto non sta per niente bene. Il "vedo non vedo telematico". E' come buttare un amo con l' esca finta in un allevamento sovrappopolato. Se oggi qualcuno qui si slogherà un polso, le spese mediche stanno a te.

Goldo ha detto...

Quante attention whore

dietro allo schermo è tutto sempre più figo.


per quanto riguarda la bazza dello sbavare sul cotone.
Personalmente non sbavo sul cotone, sbavo sull'idea che ho nel cervello di quello che potrebbe essere, che non ha NULLA a che fare con la realtà o con l'oggetto fisico in questione,
decontestualizzo
spersonalizzo
like invisible monster
Nulla arriverà ad essere figo come nella mia testa.
Il reggiseno imbottito è il la alla mia personale sinfonia mentale.
La donna che lo porta? Orpello.

Lieve ha detto...

Ma tu sei sicura che di fronte agli occhi azzurri minigonne e scollature passano in secondo piano?
Sarà che non ho occhi altrettanto appariscenti ma ho seri dubbi a riguardo:P
Comunque capisco cosa intendi quando parli di sentirsi fuori posto, anche se l'ho vissuto in maniera molto diversa: essere bruttine in una classe di fotomodelle può essere anche più imbarazzante di qualche centimentro di troppo. Fortunatamente crescendo si cambia, almeno fisicamente, ma chissà perchè riusciamo sempre a trovare nuovi motivi per sentirci inadeguati alla situazione o_0

Anonimo ha detto...

Mah: non vedo il problema.
In Emilia Romagna la donna alta e glaucopide è abbastanza normale.
Trasloca da noi, Sun.

V

SunOfYork ha detto...

@V.: è dove vivo :)

Anonimo ha detto...

Ma non è possibile allora :D

V

Patuono ha detto...

Per anni ho desiderato avere dei comunissimi occhi castani, anzichè verdi. Poi almeno questa l'ho accettata.
Ma l'altezza che non ti fa mai percepire fragile non l'ho mai mandata giù...e allora per rendere la cosa più conforme sono anche ingrassata.
Almeno adesso sono un armadione, un bel donnone con ante e cassetti, e mille cose belle e profumate da tenerci dentro :-)

Regina Madry ha detto...

ehm....non saprei....io sono alta 1,60 con gli occhi verdi - di quel particolare verde per cui tutti se ne accorgono due anni dopo avermi conosciuta....-
(e ho anche poche tette, per cui il discorso delle scollature è altrettanto vano....)

Quindi come sei sopravvissuta in questi anni? tutti omoni di due metri e mezzo o al contrario nanetti che ti arrivano allo sterno? :-D

Bari Blogs ha detto...

Vedi il lato positivo, Sun: al pub gli uomini non ti useranno mai come poggia-pinta. Quando io facevo l'università a Sheffield, le ragazze più basse (soprattutto quelle con la testa piatta) hanno dovuto formare un sindacato per proteggersi contro questo abuso.

Roberta ha detto...

Senza inciampare in luoghi comuni, se tu consideri le tue imperfezioni come difetti, anche gli altri le vedranno così...Vedi il lato positivo...a letto non sono quelli i centimetri in più o in meno che contano;-)...E questa cosa la ricorderei anche a chi non sa cosa usare come poggia-pinta!!!

Faith ha detto...

QUESTO è quello che ho sempre voluto dire, ma non sono mai riuscita a dirlo così!!!!

hampidampi ha detto...

Ciao cara
se si potesse fare cambio io potrei renderti la donna più felice del mondo.
Potrei anche odiarti per come ti esprimi sulle uniche due cose che io ho sempre desiderato avere. Ma poi mi sei troppo simpatica per farlo. :P
Bacio

Subscribe