Yes, darling. Life sucks

Momenti di disperato ottimismo

12.3.10

Baciami ancora

Pubblicato da SunOfYork |

pensa a quando sarai un benpensante pantofolaro del cazzo

Ve la ricordate questa frase? La pronuncia uno dei quattro protagonisti de L'ultimo bacio per convincere Pier Francesco Favino che sta per sposarsi a fare bungee jumping.
Bene. Sono passati 10 anni. Favino è diventato proprio un benpensante pantofolaro del cazzo, l'unica cosa su cui nel film precedente ci avevano beccato, e gli altri sono una galleria di macchiette quaratenni in grado di chiarirti una volta per tutte il significato dell'espressione "persona triste": il
separato indeciso (Accorsi), l'ex galetto che vuole recuperare un rapporto con suo figlio -ma per me, con quei capelli lì, non si merita nulla- (Pasotti), il freakkettone troppo cresciuto (Cocci), il depresso depresso (Santamaria), l'isterica -e vabè, questo le vien bene, concediamoglielo- (Impacciatore) e la povera crista che si ripiglia l'ex marito nonostante tutto (la bellissima Puccini).
Ora, io avevo già trovato particolarmente irritante che qualcuno avesse la presunzione di poter rappresentare un'intera generazione, quella dei trentenni, dipingendoli come incostanti problematici, incapaci di gestire la responsabilità del futuro e di apprezzare le fortune che hanno (e vabbè, ok, magari ce n'è qualcuno così, ma attorno a me vedo solo trentenni che arrancano sotto il peso di un lavoro sfibrante e malpagato e che sognano una stabilità familiare che non si possono permettere. E poi, ammesso pure che ci fosse rimasto un solo trentenne buono al mondo, ma perché di grazia, caro Muccino, lo devi convincere che tanto i suoi coetanei sono tutti inaffidabili e che è normale scoparsi la diciottenne e poi tornare dalla fidanzata perfetta che ti ripiglia? Ma per carità di dio, ma se ero io la Mezzogiorno, ma col cazzo che me lo ripigliavo il fedifrago, se lo poteva tenere stretto quel crocifisso, la Martina Stella, io mi tenevo la figlia e me ne stavo a casa mia col mio lavoro in attesa che arrivasse uno leggermente meno testa di cazzo).
E vabbè, comunque avevano trent'anni, erano giovani, glielo concediamo.
Ma ora ce ne hanno quaranta e sono più infognati di prima. Cioè, roba che se uno vuole illudersi che magari se tiene duro fino ai 35, poi supera un
limes da cui non si può tornare indietro e raggiunge, che ne so, la pace dei sensi, non può. perché c'è Muccino a dire no-no. Questi sono più immaturi di prima, sempre così tanto sopra le righe da risultare inverosimili, una fa la commessa ed abita a Roma in un appartamento stratosferico tutto arredato Kartell, non fanno che sbraitare, baciarsi, piangere, che ti verrebbe da dire a Muccino, oh cocco, ma guarda che la vita non è mica questa! La gente può essere meglio di così! E niente, questi si fanno del male a vicenda, si dicono cose orribili, poi si guardano negli occhi e si baciano. Ma non è un pochino semplicistico?
E parte la canzone di Jovanotti, che è da quando iniziò a fare il romantico lagnoso con Bella che mi fa rimpiangere i tempi cazzeggioni di Gimme five (all right), e che non posso far a meno di immaginare come un enorme gigione che se ne va in giro in bici e che viene visto da tutti come lo scemo del villaggio mentre lui si sente il filosofo zen di turno. E il caso vuole che la canzone incominci proprio con il verso "Un bellissimo spreco di tempo".
Proprio come vedersi questo film.

31 commenti:

Serola ha detto...

ohhhh finalmente! bramavo ascoltare parole simili! Io, all'epoca trentenne, ero rimasta talmente demoralizzata dalla visione mucciniana del primo film che ora mi sono rifiutata di andare a vedere il seguito ed il tuo post mi conforta nella mia decisione :)

Punzy ha detto...

concordo, tant'è vero che non l'ho visto e si che volevano pagarmi il biglietto
Con grande orgoglio posso dire: non l'ho visto nemmeno se mi pagano :)

mich ha detto...

Una mia amica voleva andare a vederlo a tutti i costi ma io, che ancora dovevo digerire "L'ultimo bacio", ho preferito mentire e dirle "No, guarda, l'ho già visto, andiamo a vedere giorg clunei". Al che lei mi ha chiesto "E com'era?" e io, che non l'ho visto, senza esitazione alcuna gliel'ho descritto paro paro a come l'hai descritto te. Ora, o io sono un genio del cinema (possibile ma ne dubito) oppure 'sto film è perfettamente prevedibile dal primo all'ultimo minuto. Mi hai appena confermato la seconda.

Mattia ha detto...

ammazza!! gliele hai proprio cantate..!!! (o suonate..? oddìo come si dice??)

ghirigori baumann ha detto...

grazie. aspettavo da tempo qualcuno che scrivesse di jovanotti nei tuoi termini.
per il resto, non ho visto il film, non lo vedrò e in realtà non sapevo neppure che esistesse. e forse per muccino la vita è proprio così, perché è quella che fa lui: semplicistica.

claudia ha detto...

e ma io adesso ho voglia di vederlo...;)

dautretemp ha detto...

E sulla trama direi che non c'è altro da aggiungere, ma della recitazione di questi grandi attori, non vogliamo dire nulla???
L'intensità di una sedia pieghevole, ovvero hanno solo due modalità!
È ora di sdoganare questi pseudo portavoce della cultura odierna, che presumono di assomigliarci, ma che non fanno che cavalcare stereotipi!
P.S:bello qui...

SCIUSCIA ha detto...

Ahah, l'ho visto, ed è la recensione che avrei voluto scrivere. Ok, io magari c'avrei messo più cazzate e cattiveria, ma il senso è quello.

fromtheworld ha detto...

Sono uscita prima della fine dell'ultimo bacio. Mi aveva talmente demoralizzato che non sono riuscita a resistere fino a fine film. Io ad Accorsi la testa glila avrei spaccata e lo avrei anche trattato alla Bobbit....
Quindi il seguito non mi e' passato neanche per la testa di andarlo a vedere...e mi sembra di aver fatto bene ad evitarlo...

r3dz ha detto...

se mai avessi avuto per le mani la mezzogiorno col cazzo che me la facevo sfuggire. altro che la stella.

fabrax ha detto...

mai fidarsi dei sequel. E visto che siamo in tema, domenica 21 comincerà la seconda serie di TUTTI PAZZI PER AMORE. Dubito che lo guarderò. Molti fans di Stefania Rocca sono dispiaciuti perchè non comparirà, visto l'annuncio che fece della sua seconda gravidanza due mesi prima dell'inizio delle riprese. Meglio così, se non altro non sarà classificata unicamente nel personaggio di Laura Del Fiore

cervello ha detto...

Non ho avuto il piacere di vedere il film in questione, ma ricordiamoci che in giro ci sono anche i film di Moccia. Non potrà mai raggiungere quelle vette di irritabilità.

cioppy ha detto...

ecco, diciamo che lo sospettavo. che Muccino, nello stato di grazia di "Come Te Nessuno Mai" non ci è più saputo tornare, a mio avviso.
gigione furbastro, quello.
ai tempi, giovane ed influenzabile pivella, mi ero spinta a lasciare l'allora fidanzatao/porto sicuro, per poi pentirmene tipo il giorno dopo. (ora sinceramente, mi pento di essermene pentita, ma questa è un'altra storia.)
direi che il secondo capitolo, però, me lo evito, che i quasi 40enni gigioni e felicemente immaturi li conosco nella vita vera e a momenti alterni sanno anche essere un vero spasso, che pensi: "se non mi distraggo, non mi faccio stordire dalla routine, non mi lascio morire sul divano, posso anche invecchiare decentemente".
il tutto,certo, avendo per le mani qualcuno di quei trentenni di cui parli tu... non è che ti avanzano? che io non è che ne abbia incontrati così tanti, eh!

manuela ha detto...

infatti, se provi a cantarla, funziona anche così: un bellissimo spreco di tempo, il biglietto del cinema...

Sciroccata ha detto...

non lo vedrò, finchè non mi capiterà per caso in tv, ho già deciso!

Semalutia ha detto...

Io il film l'ho visto e, diciamolo pure, non è che sia sto capolavoro felliniano...Non mi è piaciuto il finale alla "tarallucci e vino": la Puccini che si riprende l'Accorsi con un suo figlio in grembo; Favino che accetta di buon grado il figlio di un altro....molto, troppo semplicistico. Però, ti posso assicurare, da 35enne, che intorno a me girano siffatte umanità che Muccino non è che ha tirato proprio ad indovinare! Ho riconosciuto svariate conoscenze...

Comunque, uno su tutti, un grande applauso a Favino che ha caratterizzato un personaggio veramente spettacolare nell'amara ilarità che suscita.

idefix973 ha detto...

hai ragione tu, il flop si intuiva già dalla cnzone, ma vuoi mettere la lagna di Jovanotti con la splendida L'ultimo bacio di Carmen Consoli, secondo me la migliore canzone italiana del suo decennio

randomante ha detto...

Io penso che a far avere quegli atteggiamenti (urlano, si inseguono con una scure, si baciano) non sia l'essere quaratenni, ma l'essere quarantenni E cocainomani. Cioè, Muccino ha girato la solita polpetta psichedelica autobiografica.

Pereira ha detto...

cara Sun non posso che concordare con te e su Muccino se vuoi sapere proprio come la penso ti rinvio a questo: http://sostienepereira.blogspot.com/2010/01/baciami-ancora.html
in ogni caso Muccino è un pessimo psicologo, seppur credo che oggigiorno effettivamente ci sia una forte incapacità ed immaturità da parte delle persone nell'affrontare la vita di coppia, ma il modo in cui me la mette giù Muccino è davvero insopportabile e paracula... e scusa se ho detto insopportabile...

takajiro ha detto...

sono stati 3 minuti deliziosi!!
sì, perchè solo l'idea di andare al cinema mi fa venire il prurito sotto le ascelle...e la canzone...darei colpi di basso ventre sugli spigoli del tavolo, guarda...

JJ ha detto...

che spasso di recensione!
certo che se a 35 son cosi' figuriamoci in politica... ops, scusa, esempio sbagliato... :-S
e complimenti per l'ottimismo ... sulla gente... dico, potrebbe anche andare peggio, potrebbe...
Enjoy,
JJ

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

NO Muccino NO...nun se regge!

Per un regista di tale pochezza ma di tanto ego non spreco altre parole.

stefano vergani ha detto...

ahaaha mi ha fatto un sacco ridere il pezzo su jovanotti, io la penso esattamente come te :)

Enrico Siringo ha detto...

Ma il libro di Jovanotti "La Parrucca di Mozart?" chissa' perche' i nostri cantautarchici dopo un po' si ritrovano con il cervello in pappa e sparano cazzate. Che poi Jovanotti non canta. Non ha mai cantato. Ciao mamma-guarda come mi diverto/ad esser afono/oh-yeah

Prefe ha detto...

avevi davvero bisogno di vedere ANCHE questo film di merda di muccino per capire che i suoi film... no.
I film di muccino, no.
NO.

Nubetossica ha detto...

Ti faccio notare che i pregiudizi non sono sempre una cosa brutta. Ecco, avresti dovuto fare affidamento al senno di prima una volta tanto. E non c'è singletudine che tenga perché tornata a Bari ti prenderò comunque per il c... in giro! :D

Elena ha detto...

Concordo con cioppy che il migliore di Muccino è "Come te nessuno mai" (che gliel'ha scritto il fratellino °_°).
Peggio de "L'ultimo bacio" c'è solo la gente che ci si immedesima. E perseverare con un sequel è diabolico.

giorgia ha detto...

>> E niente, questi si fanno del male a vicenda, si dicono cose orribili, poi si guardano negli occhi e si baciano. Ma non è un pochino semplicistico?

Non è semplicistico, è solo più falso di una monetina da 3 euri.
Ma lo prendo per quello che è, un film fantasy, alla stessa stregua di Twilight al netto di vampiri e licantropi.

anarchia99 ha detto...

Vado un pò controcorrente, ma nell'Ultimo Bacio (forse anche perchè io OGGI sono nella categoria trenetenne, ma a suo tempo ero poco più che ventenne), se fossi stato in accorsi, col cazzo che sarei tornato dall'isterica (oltre che vecchia) Mezzogiorno. Non si sopportava proprio!!! Mooooolto meglio la storiella adolescenziale con Martina Stella!

Sulla casetta sull'albero, al matrimonio del loro amico.

Martina Stella: Ma è una crisi che viene o una crisi che va?
Stefano Accorsi: E' una crisi che viene!!!

Vai e colpisci Stefano!!!

Anonimo ha detto...

è un banale sillogismo:

una coppia compra un dentifricio .

due single comprano due dentifrici.

Moccia ha il 10% della Mentadent .

Le Chat

www.lechat.splinder.com

Lipesquisquit ha detto...

Anche a me fa schifo il Jovanotti attuale, preferivo quello impegnato e contestatore di "Io no".

"C'è qualcuno che va alla messa
e si fa anche la comunione
poi se vede un marocchino per strada
vorrebbe dargliele con un bastone."
(tun tun ciak, pa tun tun ciak)

Subscribe